Lecco, 20 giugno. Si celebra oggi la Giornata Mondiale del Rifugiato. Nel mondo, sono circa 68 i milioni di persone costrette alla fuga, ciò significa un individuo ogni 110. La giornata è stata istituita dall’Assemblea Generale dell’ONU, nel 1951, al fine di sensibilizzare la popolazione su una situazione complessa, molto spesso oggetto di diffamazione.

Anche Lecco ha deciso di celebrare questa ricorrenza, domenica 24 giugno, con una manifestazione che occuperà il viale alberato di via del Barcaiolo, nel quartiere di Pescarenico, dalle 12 alle 18. Il programma prevede la degustazione di cibo etnico e italiano, musica, arte e cultura.
A mezzogiorno, la giornata apre con il pranzo all’aperto, ricco di specialità migranti a prezzi popolari, curati dal Progetto Idjidja – Coraggio de Il Gabbiano Cooperativa Sociale, con la collaborazione del ristorante Il Barcaiolo. Dal primo pomeriggio, si passa alle performance musicali e artistiche dei rifugiati e dei richiedenti asilo e ci sarà la possibilità di iscrizione immediata per l’Open stage.
Alle 16, la tradizionale merenda all’italiana, con pane e Nutella e, fino alle 18, animazione per bambini e caffè equosolidale.