Arte e cultura

VENTI GIORNI DI MOSTRA PER IL MAESTRO DI LECCO, ORLANDO SORA

Lecco, 1 giugno. Lecco vanta un grande artista, tra le sue personalità di spicco, dal nome Orlando Sora. Sora nasce a Fano, nelle Marche, ma viene adottato dalla nostra città nel 1931, quando vi si trasferisce per una serie di opere di ritrattista che gli erano state commissionate, per poi viverci fino al 1981, anno della sua morte.

Per celebrare il pittore, che ha donato dipinti e affreschi alla città di Lecco e dintorni, il Sistema Museale Lecchese, in collaborazione con il Centro Cultura Aldo Paramatti, ha inaugurato una mostra a lui dedicata, nella Torre Viscontea, dal titolo “Itinerari. Dipinti a olio e a fresco”. Un’intestazione emblematica, che vuole dare spazio a entrambe le grandi creazioni del maestro: quella su tela e quella su intonaco. Il percorso dell’esposizione – visitabile dal 2 al 24 giugno – ripercorre l’operato di Sora dagli anni Trenta agli anni Settanta e si concentra su 3 temi: la ritrattistica, l’affresco e l’opera religiosa.

Gli organizzatori della mostra, Barbara Cattaneo e Gianfranco Scotti, hanno trovato supporto anche nell’idea innovativa di Simone Paramatti, che ha istallato un sistema di realtà virtuale tra le stanze della mostra. In questo modo, i visitatori potranno facilmente indossare un visore e muoversi all’interno di ambienti privati o in via di ristrutturazione, per ammirare gli affreschi di Sora che, per ovvi motivi, non possono essere istallati nella Torre Viscontea.

Comments

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi